Resta collegato

 

GIORNATA PER L'ABORTO: 

ATTO D'INCIVILTÀ SUPREMA

RIPARIAMO SUBITO!

***

Venerdì 28 settembre verrà celebrata il "Global Day of Action for Access to Safe and Legal Abortion": si manifesterà pubblicamente, cioè, per chiedere che le norme giuridiche che nel mondo già consentono la soppressione della vita umana innocente quando essa è ancora nel grembo della madre vengano ulteriormente liberalizzate.

L’iniziativa giunge in concomitanza con le nuove direttive tecniche riguardanti l’aborto emanate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che punta al medesimo obiettivo. Il documento, intitolato “Safe abortion: technical and policy guidance for health systems” (“Aborto sicuro: guida tecnica e politica per il sistema sanitario”) afferma tra le altre cose:

“(…) I professionisti sanitari che invocano l’obiezione di coscienza devono avviare la donna ad un altro professionista con buona formazione e disposto a fare l’intervento, lavorando nello stesso centro sanitario o in un altro centro d’accesso facile autorizzato alla pratica secondo la legislazione nazionale. 
Quando questo avvio non è possibile, il professionista sanitario che ha delle obiezioni sull’aborto deve praticarlo lui stesso per salvare la vita della donna o per evitare danni alla sua salute”.


Di fronte all’invecchiare dei propri militanti, alla mancanza di entusiasmo delle femministe odierne e alla riduzione dei medici che praticano l’aborto, le lobby pro-morte utilizzeranno l’ imposizione dell’aborto “sempre e comunque” per far avanzare la cultura pro morte.

Venerdî 28 settembre si svolgeranno così manifestazioni a favore dell'aborto in più di 30 Paesi del mondo, con il prevedibile vasto e ricco appoggio di stampa, forze politiche, organizzazioni attivistiche.

Si tratterà, cioè, di un'autentica

 

GIORNATA PER L'ABORTO

 

Vale a dire una vera e propria celebrazione della

CULTURA DELLA MORTE

 

Occorre dunque REAGIRE ADESSO!

Indirizzi al direttore del suo giornale un’e-mail di profonda indignazione e protesta. Se vuole potrà copiare e incollare questo messaggio:

Egr. Direttore,

ho appreso che in data 28 settembre gli abortisti di tutto il mondo manifesteranno pubblicamente per chiedere l'abolizione degli ultimi ostacoli all'aborto libero: tra questi l'obiezione di coscienza. Come lettore del suo giornale mi piacerebbe leggere una vostra presa di posizione contro questo nuovo attacco alla vita nascente e al sacro diritto alla libertà di coscienza del personale medico, fatta dalla lobby dell'aborto.

Cordialmente,

Firma__________________


Bisogna però soprattutto pregare e domandare di pregare affinché la suddetta "giornata mondiale per l'aborto" fallisca i propri intenti, trasformandosi in un fiasco colossale. Impegniamoci allora nella recita del santo Rosario, venerdì 28 settembre stesso, pregando Maria Vergine e Madre con questa precisa intenzione.

Facciamo celebrare sante Messe di riparazione.

LA DIFESA DELLA VITA VALE SEMPRE 
QUALCHE MINUTO DEL NOSTRO TEMPO

Firma

 

AN ACT OF SUPREME BARBARITY

LET’S MAKE REPARATION NOW!

 ***

On Friday, September 28 the "Global Day of Action for Access to Safe and Legal Abortion" will be celebrated with public manifestations asking that legislation already allowing the suppression of innocent human life in the mother’s womb be liberalized even further.

The initiative coincides with the issuing by the World Health Organization of new technical guidelines on abortion that pursue the same goal. The document, titled "Safe Abortion: Technical and Policy Guidance for Health Systems," states among other things:

“... Health professionals who invoke conscientious objection must direct the woman to another, well-trained professional willing to do the surgery, who works at the same or another easily accessible health center authorized to function according to national legislation. When this solution is not available the health care professional who objects to abortion must practice it himself in order to save the woman's life or to prevent damage to her health.”

While the press will certainly welcome this latest initiative against life, if we act together in a timely manner they will be unable to ignore the protest of the pro-life world.

Facing its own aging activists, the lack of enthusiasm of today's feminists and the reduction in the number of doctors who perform abortions, the pro-death lobby seeks to impose abortion "always and no matter what" in order to advance the culture of death.

On Friday, September 28, pro-abortion demonstrations will be held in more than 30 countries around the world with the predictable, general and generous support of the press, political parties and activist organizations.

 

 That means that it will be a genuine

 

GLOBAL DAY FOR ABORTION

 

And a real celebration of

 

THE CULTURE OF DEATH

 

 

This is why WE MUST REACT NOW!

 

Send the editor of your newspaper an e-mail expressing your profound indignation and protest. If you want, you can copy and paste this message:

Dear Editor:

I have learned that on September 28, abortionists from around the world will publicly come out requesting the abolition of the last remaining obstacles to unrestricted abortion, including the right to conscientious objection. As a reader of your newspaper I would like to see you take a stand against this new attack by the abortion lobby on unborn life and on the sacred right to freedom of conscience of medical personnel.

Sincerely,

Signature__________

Above all, we must pray and ask for prayers so that the so-called “Global Day of Action” for abortion misses its target and turns into a colossal fiasco. Let us earnestly participate in the recitation of the Holy Rosary on the same day, Friday, September 28, asking Mary, Virgin and Mother, to heed this intention.

Let us have some holy Masses celebrated in reparation.

 

THE DEFENSE OF LIFE IS ALWAYS WORTH

A FEW MINUTES OF OUR TIME!

Console Debug Joomla!